Quanto potrei scrivere su 25 anni di vita..

a partire dagli anni passati con mio padre, la splendida infanzia vissuta nel rosa più intenso. Non mi è mai mancato il sorriso.

Potrei raccontarvi dei pranzi a casa dei nonni, di quando i pentoloni per due due chili di pasta non bastavano, e il sugo ribolliva ore sul fuoco…

Potrei raccontarvi delle polpette fritte di nonna Carmela, delle pizzette rosse di nonno Enrico. Di quando papà mi portò al Parco Guerini a Vicenza, e persi il mio braccialetto con gli orsetti, mentre facevo una capriola. Di quando mamma mi portava al mercato e ci scambiavano per sorelle (perchè era lei la più giovane,ed io la vecchia sfigata -.-) .

Ricordo i viaggi Napoli Vicenza, Napoli Sicilia. Ricordo Emanuele e la sua sedia a rotelle, i suoi pochi 26 anni e quella stanza della rianimazione.

Ricordo i capodanni a casa di nonno, quando faceva il custode della scuola elementare. L’eco delle voci di noi nipoti piccoli nella palestra grande, e mio zio al pianoforte.

Ricordo di quando papà ci portava al circo, di come i suoi occhi brillassero cercando di coinvolgere me e mio fratello…per lui tutto era magico. E ricordo mamma che mi sgridava quando andava alle riunioni di scuola: “sei molto educata, ma poco attenta in classe”…me lo hanno detto fino al giorno prima dell’iscrizione all’università.

Ricordo quando ho conosciuto Daniela; quando giocavamo in quel palazzo fatto solo di  mura, e tutta polvere, ancora da rifinire. Ricordo la prima volta che mi  venuto il ciclo, e il gelato che quel giorno non sono andata a comprare…era estate.

Ricordo mio fratello, di quando mi tirava i capelli, mi dava i pungi, e la colpa era sempre la mia “perchè lui è piccolo”..ed ora è un sacco più alto e robusto di me. E di quando mi ha mandato tutti quei messaggini il giorno che sono venuta ad abitare a Roma.

Ricordo di quando Ele ed io abbiamo nascosto i cornetti con la nutella ad Ischia, durante la vacanza di fine liceo, e li abbiamo mangiati di nascosto, quella sera che le altre ragazze non erano in casa.

E mi ricordo di Francesco, di quando mi ha salutata prima che partissi per Roma, quando mi ha regalato Dumbo in miniatura, per “buona fortuna”.

E posso continuare…all’infinito…del mio primo bacio, delle prime cotte, dei diari scritti e disegnati. Delle gite a scuola. Delle vacanze coi miei, e di quell’unica vacanza a Tropea con i miei amici, l’ultima prima di perdere papà.

E questa è solo una parte dei bei ricordi di questi 25 anni, perchè poi…poi ci sarebbero i ricordi poco graditi, le cose che non ripeterei se potessi ritornare indietro. Ma anche gli sbagli hanno contribuito a farmi essere quella che sono. Comune mortale. Io che con l’istinto mi sono buttata nella fossa ..

Io che con una grande dose di sopportazione cerco di convivere con il mio nemico. Ho paura, e mi sento coraggiosa…un binomio imperfetto direi…ma posso battermi le mani da sola, perchè in quattro anni sono andata avanti senza batter ciglio..

Niente deve essere più forte di me!

25 sono gli anni miei…

anni di sorrisi e di pianti, di gioie e dolori, di soddisfazioni e grandi, enormi, mancanze.

25 anni di domande…”ho fatto bene, ho fatto male”….ma alla fine…”ho fatto”…

25 anni di ringraziamenti ai miei genitori, a chi nel bene o nel male mi ha comunque accompagnata nel mio cammino.

Alle persone che tardi hanno incontrato i miei passi..

a Valentina..che mi ama per come sono..che mi dà quello che può…e alla quale non chiederò mai oltre..

25 anni..e un ringraziamento a me..per l’unicità della mia persona..perchè la mia storia è diversa dalle vostre..

perchè anche io un giorno…lo so…avrò una vita da raccontare…

Mary

Annunci

Informazioni su tappotuo

Innamorata di un lemure..sognatrice..pazza a dosi esasperanti..e indiscutibilmente me stessa

»

  1. breakingdream ha detto:

    Avrei voluto chiamarti, ma non so se adesso sei sveglia e prima non ero a casa per usare Skype… Prima su facebook, poi apro il blog… Leggo e mi commuovo… Mi commuovo per la tua storia, per la tua semplicità nel raccontarla, per i ricordi nitidi che ti salgono alla mente come se li avessi vissuti ieri e raccontandoli con la lucidità e la consapevolezza di chi sa che dalla vita ha avuto molte cose brutte ma anche tantissime altre meravigliose! Mi commuovo perchè in ogni parte di te ce n’è un pò anche di me da quel giorno, di 12 anni fa, in cui ci siamo incontrate, passando per gli ultimi sette anni assieme che sono stati i più intensi di tutti per la nostra amicizia. Mi commuovo ogni volta che parli di tuo padre, della tua famiglia, di tua mamma e tuo fratello. Mi commuovo quando percepisco la semplicità delle tue parole, che nascondono il grido di chi stringe i pugni e va avanti anche quando tutto sta remando contro. Mi commuovo se ripenso a tante cose, al Dumbo che avevo dimenticato ed a quanto era bello prima tutto. Mi commuovo perchè stasera, adesso, mi manchi… E perchè se l’anno scorso eravamo assieme in questo giorno, quest’anno centinaia di chilometri lontane, chissà dove saremo tra 5, 10, 20 anni questo 11 di aprile! Mi commuovo perchè so che un’altra Mary nella mia vita non ci sarà, che voglio bene a te perchè sei tu, con i tuoi alti ed i tuoi bassi, le tue paranoie ed i tuoi, le tue paure e le tue certezze… Un abbraccio amica mia… Anche se lontane ricorda che, da qualche parte nel mondo, nel mio cuore tu ci sei e ci rimarrai sempre.
    Buon compleanno 🙂

  2. mbj ha detto:

    Bel post, molto intenso.
    auguri Mary 🙂
    un beso

  3. Pensieri Stranieri ha detto:

    Tanti tanti auguri, anche se non basterebbe un intero blog per raccogliere tutti i nostri ricordi!!

  4. Mr.Loto ha detto:

    Auguri.
    Chissà tra altri 25 anni quante altre cose avrai da raccontare…
    🙂

  5. Vαlentinα ha detto:

    Un mondo di auguri, Mary!!!!

  6. Dottor Jim ha detto:

    Tantissimi auguri 🙂

  7. cavaliereerrante ha detto:

    Una vita da raccontare, un giorno @Mary ?!?
    Dubito che Tu, per quanto portata “a scrivere bene” quando vuoi ed hai la giusta vena nel cuore, riuscirai a raccontarcela così bene come hai fatto in questo Post, ed a raccontarcela così struggentemente viva da farcela rivivere insieme a te, con una bambina precoce e tanto affetto dentro da farla scoppiare come un mortaretto, con un Papà unico quanto breve al suo fianco, fosse in una villa a Vicenza anzichè fra i sedili di un circo, o ancora altrove, in quell’ unica Tropea ricolma di ricordi come una lampada di aladino, in una adolescenza perduta e bella come quella di tutti !
    Sì, non credo che ne scriverai una altrettanto dolce come questa qui !
    Ma il mio, ormai lo sai, è soltanto un “parere errante”, dunque mi auguro di errare, ed auguro a te, nei prossimi 25 … ed ancora 25 … ed ancora 25 … ed ancora … quanti ancora ne vorranno venire, di riscriverla altrettanto bene, ed anche di più !
    (Ari)auguri, ma … stavolta … ehm, ti do il bacio dei “primi 25” … eh, ieri mica te l’ avevo dato !!! :mrgreen:

  8. Arrivo un pò in ritardo e un pò per caso su questo blog, ma voglio farteli lo stesso gli auguri. Mezzo secolo di vita la tua intensa e pregnante di eventi…non è da tutti. Buona serata!

    • tappotuo ha detto:

      ciao Marcello…e benvenuto nel mio blog per caso! 🙂
      però ti becchi la prima sgridata…
      non ho mezzo secolooooooooooooooooooo…ho solo 25 anni…pochi pochini!!!
      uffà…
      vabbè…ti perdono

  9. tappotuo ha detto:

    un unico mio commento ringraziarVI alla mia maniera…tutti…nessuno escluso…
    ACCIE A TUTTIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII!

  10. ahahahha scusami ho sbagliato a scrivere 😛

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...